I benefici dello Zumba per l’artrite reumatoide

group of dancers at Zumba fitness training

Durante gli ultimi mesi, sono andato alla ricerca di nuovi modi per tenermi in forma con l’artrite reumatoide (RA). Mentre scrivevo delle mie esperienze dal punto di vista di un uomo che vive con l’AR, il mio obiettivo era quello di illuminare tutti – indipendentemente dall’età, dal genere o dagli anni rimasti – su diverse opzioni di fitness. La mia speranza è che tutti possano trovare qualcosa di divertente, coinvolgente e, soprattutto, che non provochi dolore.

Ad ora, ho fatto lezioni di spin, fatto yoga e provato alcuni allenamenti RA-friendly in palestra. Mia moglie frequenta le lezioni di Zumba offerte nella mia palestra. Non so molto di Zumba, solo che c’è della musica energica e che si balla intenzamente, guidati da un istruttore. Altre cose che ho osservato: in genere, una lezione ha alte concentrazioni di spandex e donne e concentrazioni molto basse di uomini. Ma recentemente, ho deciso di entrare audacemente nei confini intimamente effeminati di una classe di Zumba per il giornalismo investigativo. Ecco cosa ho scoperto basandomi sulla mia esperienza, per quanto riguarda l’AR.

L’istruttore di ballo era vivace e incoraggiante. La musica latina era facile da ballare, con continui ritmi coi quali stare al passo. Per un’ora ininterrotta, come minimo, siamo stati a camminare sul posto o a muovere i fianchi da una parte all’altra. Ma per la maggior parte del tempo, stavamo facendo molto più esercizio.

Abbiamo tirato calci, scagliato pugni o entrambe le cose. Abbiamo fatto degli squat, che hanno messo alla prova le nostre gambe, il nostro equilibrio e gli addominali. Ogni volta che rimanevamo sul posto, stavamo saltando a ritmo, scagliando pugni in aria – non molto diverso dal celebrare un touchdown. Nel giro di cinque minuti, mi sentivo come se stessi iniziando a sudare, e mentre continuavamo a spostarci avanti e indietro – eseguendo diverse sequenze di salto, accovacciata, calci, pugni, spinte – il sudore non si fermava. Il mio battito cardiaco è aumentato ed è rimasto sostenuto in modo sano.

Certo, la gloria della Zumba è che è per tutti. Un sacco di persone durante la lezione non riuscivano saltare tutto il tempo – né riuscivano a fare 10 falcate a destra, agitare i fianchi e poi saltare 10 volte per tornare al loro posto, all’indietro mentre colpivano l’aria, tutto a ritmo. Le persone senza fiato hanno fatto delle pause. Le persone aritmiche (come me) potrebbero ritrovarsi irrimediabilmente fuori tempo senza sentirti ridicolizzati (anche se a volte ho visto mia moglie nel gigantesco specchio che cercava di trattenere le risate a causa mia.)
Dopo la lezione, avevo la maglietta zuppa di sudore e mi stavo boccheggiando, ma in nessun momento ho sentito dolore correlato all’AR. In questo senso, la Zumba è stata un successo.

La bicicletta ellittica da esterni ElliptiGO è l’ultima tendenza del fitness in Florida

bicicletta ellittica

Combina una bicicletta ellittica interna stazionaria ed una bicicletta all’aperto e ottieni ElliptiGO, aggeggi dall’aspetto particolare che hanno una fan base crescente e dedicata nel sud-ovest della Florida. Vederne uno sulla strada può essere un po’ sconcertante all’inizio. È comune per i conducenti curiosi fermare le loro macchine e scattare qualche foto, ha detto Mike Ruffolo, un ambasciatore del marchio di Naples.

Ora ci sono circa 65 ciclisti della zona che si riuniscono per fare gite di gruppo nel sud-ovest della Florida, e Ruffolo dice che la fedeltà verso il brand sta crescendo. Ruffolo ha trovato l’ElliptiGO per necessità circa sei anni fa. Era un corridore di lunga distanza, che ha partecipato a tutte le principali maratone come New York, Chicago e Singapore. “Alla fine ho avuto un intervento chirurgico al menisco sul mio ginocchio destro e il dottore ha detto sostanzialmente: ‘Trova uno sport diverso o non sarai in grado di fare esercizio quando invecchi.’ “

In quel momento ha letto un articolo sul marchio emergente di biciclette a basso impatto e Ruffolo ha organizzato un giro di prova con la compagnia. “Mi sono innamorato del prodotto”, ha ricordato. “L’ellittica da esterno” si rivolge soprattutto ai corridori che sono feriti, in pensione o che cercano un modo per allenarsi. È anche un’ottima opzione per qualcuno che vuole semplicemente mettersi in forma, ha detto Ruffolo.

“Un sacco di persone che tornano a fare esercizio fanno un sacco di cose che impattano il corpo, e finiscono per ferirsi, questo è un modo per tornare in forma fisica senza danneggiarsi a lungo termine”, ha detto. James Fountain, residente a Bonita Springs, ha detto che ha iniziato a camminare e correre dopo la pensione quando ha compiuto 60 anni. E poi i suoi piedi hanno ceduto, ha detto, così il dottore ha consigliato di provare qualcos’altro. Ora Fountain cavalca il suo ElliptiGO tre o quattro volte a settimana per 10 miglia.

“Su questa cosa puoi andare tutto il giorno, non hai mai dolori articolari, non hai mai un fastidio”, ha detto. “È un movimento totalmente fluido senza urti, e stai in piedi, quindi coinvolgi anche i muscoli addominali.”

È una storia simile anche per Larry Rydzewski di Napoli. Va in giro quattro o cinque volte a settimana per 25 a 30 miglia. “Facevo le maratone, e ora ho una schiena malandata e un ginocchio infortunato”, ha detto Rydzewski. “Non ci sono stiramenti o tensioni su nessuna articolazione.”

L’ElliptiGO non è aerodinamico come una bicicletta tradizionale; chi la usa sta in piedi, mettendo meno pressione sulla schiena, sulle spalle e sul collo. Ed è anche faticoso, ma questo è il design, ha detto Ruffolo. “È un allenamento più duro del 25 percento se si mette a paragone con una bici”, ha detto, “questo perché sei in posizione verticale e l’esercizio è molto faticoso.”

Dato che chi la usa sta in piedi sulla macchina, Rydzewski dice che l’ElliptiGO è molto più sicuro perché offre una visione migliore delle auto che passano e dell’ambiente circostante.

15 minuti su una bici spinning hanno mandato una donna in ospedale

bici spinning

È buio, la musica (solitamente disco) vibra attraverso di te e sei solo a un terzo della tua lezione di spin. Ti senti così nauseato che potresti quasi svenire. È la sensazione di cardio intensa no?

Questo è ciò che Lauren Peterson, 33 anni, pensò, fino a quano, due giorni dopo, la sua urina si è scurita e i muscoli della coscia si erano gonfiati ed erano doloranti. Non esattamente il tuo DOM standard. “Stavo piangendo mettendo i calzini, le cosce facevano così male”, ha detto OGGI. Avevo paura. Sapevo che c’era qualcosa di veramente sbagliato in me. Non sapevo cosa fosse. ”

Quando Peterson andò al pronto soccorso, scoprì che aveva sviluppato rabdomiolisi, una condizione potenzialmente fatale in cui il muscolo scheletrico si deteriorava rapidamente. È causato da lesioni interne o esterne e può causare insufficienza renale. “Quando i muscoli rompono, rilasciano proteine che possono potenzialmente danneggiare i reni,” Dr Maureen Brogan, l’autore di un rapporto dettagliato di caso di Peterson, ha dichiarato oggi.

Quindi lo spin può davvero causare questa condizione? “Lo spin è un grande esercizio”, afferma Dr Brogan. “Ma le persone dovrebbero essere consapevoli del fatto di dover rallentare all’inizio. Ci dovrebbero essere alcune linee guida. ” Ad OGGI, i medici hanno visto recentemente altri due giovani adulti che hanno avuto sintomi simili dopo una lezione di spin. Il problema con lo spin è che “stai usando alcuni dei muscoli più grandi del corpo – i quadricipiti e il grande gluteo – ad un ritmo intenso”, afferma il dott. Brogan.

Se l’esercizio è troppo intenso, ha detto, i muscoli potrebbero non avere abbastanza ossigeno e possono gonfiarsi, rompersi e persino aprirsi. Ovviamente, questo non vuol dire che non dovresti continuare a fare spin se ti piace. Brogan consiglia di rimanere idratati e di essere consapevoli dei sintomi, come dolore muscolare estremo, nausea e vomito, dolore e debolezza delle cosce, urine scure, gonfiore e tremori muscolari. Il messaggio? Puoi ancora amare la tua lezione di bici spinning, però non essere un eroe della palestra e assicurati di ascoltare il tuo corpo.